Liturgia
AVVENTO 2013

BUON NATALE CASERTA

Carissima Caserta, mia amata città, in vista del Natale ti auguro di rinascere a vita nuova!
Dopo lungo torpore, cominci a svegliarti. Ti hanno chiamato città distratta, città sonnolenta, città fatalista, città rassegnata. Ma i primi segni di una nuova primavera iniziano a spuntare; sul ceppo della vecchia Caserta spunta il germoglio di vita nuova.
Perciò ti auguro Buon Natale, Caserta!
Auguri per il tuo risveglio civile.
Auguri, perché cominci a vedere la devastazione del tuo territorio, l’illegalità penetrata a tutti i livelli, la corresponsabilità dei tuoi cittadini per il degrado che ti soffoca e l’incapacità delle istituzioni che dovevano proteggerti. Coraggio, Caserta: forse da un male può nascere un bene.
Il dramma ambientale ti ha aperto gli occhi perché il fondo ancora non era stato toccato.
Adesso scopri che non c’è solo mancanza di lavoro, degrado sociale o criminalità organizzata; adesso scopri che è stata fatta violenza alla tua salute e alla tua vita, sono stati feriti il cibo che mangi e l’aria che respiri.
Ma Natale è nascita, è spuntare alla vita e tu, Caserta, puoi rinascere.
L’augurio che d’ora in poi i tuoi cittadini non siano più indifferenti al bene comune, perché il bene comune è il bene di tutti.
L’augurio che d’ora in poi essi siano più solidali ed insieme facciano rete, per salvaguardare il diritto alla vita.
L’augurio che d’ora in poi essi abbiano anche un nuovo stile di vita che si renda visibile nei comportamenti e nelle scelte personali e familiari; un nuovo stile di vita che modifichi la cultura diffusa, le scelte politiche, per porre al centro la sobrietà, l’essenzialità, il rispetto per l’altro, l’amore per l’ambiente e per i doni che madre terra ci ha dato.
Questo è l’augurio che ti faccio, mia amata città. Buon Natale Caserta.

don Antonello

 


PdJ© 2011Parrocchia Buon Pastore