Differenziare per vivere meglio

Premessa
Le modalità con cui l'uomo tratta l'ambiente influiscono sulle modalità con cui tratta se stesso e, viceversa. Ciò richiama la società odierna a rivedere seriamente il suo stile di vita che, in molte parti del mondo, è incline all'edonismo e al consumismo, restando indifferente ai danni che ne derivano (Caritas in Veritate 50). Scopo dell’azione – Recuperare il senso della responsabilità globale dell’uomo verso il creato. Ricordare che l'economia “ha bisogno dell'etica per il suo corretto funzionamento; non di un'etica qualsiasi, bensì di un'etica amica della persona (Caritas in Veritate 45).

Obiettivo dell’azione
Diffondere l’idea che “Lo spazio dove viviamo va curato come bene comune per il bene di tutti“.
Dimostrare che la differenziata conviene.
Far conoscere le procedure di riciclaggio e la loro reale attuazione anche nel casertano.

Riferimento alla spiritualità dei NSDV
“All'uomo è lecito esercitare un governo responsabile sulla natura per custodirla, metterla a profitto e coltivarla anche in forme nuove e con tecnologie avanzate in modo che essa possa degnamente accogliere e nutrire la popolazione che la abita.“ (ma 550 KG di rifiuti procapite all’anno (il dato è riferito all’ Italia) dimostrano che la responsabilità nei confronti della Terra che ci ospita è venuta meno).

Riferimento all’anno della misericordia
“La vita cristiana include la pratica delle tradizionali opere di misericordia corporali e spirituali. «Di solito pensiamo alle opere di misericordia ad una ad una, … Ma se le guardiamo insieme, il messaggio è che l’oggetto della misericordia è la vita umana stessa nella sua totalità». Ovviamente la vita umana stessa nella sua totalità comprende la cura della casa comune. … Come opera di misericordia spirituale, la cura della casa comune richiede «la contemplazione riconoscente del mondo» che «ci permette di scoprire attraverso ogni cosa qualche insegnamento che Dio ci vuole comunicare». Come opera di misericordia corporale, la cura della casa comune richiede i «semplici gesti quotidiani nei quali spezziamo la logica della violenza, dello sfruttamento (discorso di Papa Francesco in occasione della giornata mondiale per la cura del creato, 5).

Metodo : “vedere, giudicare, agire”
- Confronto con la realtà dei rioni alla scoperta delle eccellenze e delle criticità attraverso l’esperienza di chi vi abita.
- Visita al centro di smaltimento di Santa Maria C. V. allo scopo di documentare la differenziazione che effettivamente avviene
- Individuazione delle ragioni di difficoltà incontrate dalle persone.
- Individuazione delle strategie di comunicazione più appropriate al contesto.
- Attuazione della campagna di sensibilizzazione della cittadinanza con affiancamento dell’Azienda preposta.

Chi , Cosa , quando , come
- Individuare gli intervistatori per il rilevamento della realtà dei quartieri o di altra modalità di incontro – assemblea, forum …
- Organizzare l’uscita a Santa Maria;
- Analizzare i dati raccolti per orientare l’azione al concreto ed al necessario;
- Individuare le forme di comunicazione più adatte alla sensibilizzazione;
- Confezionare il materiale di sensibilizzazione;
- Distribuire il materiale di sensibilizzazione.

Periodo
- da subito e per l’intero anno

Convocazione Assemblea

Attestato partecipazione


PdJ© 2011Parrocchia Buon Pastore