Liturgia
QUARESIMA 2015

Parrocchia, vivi da risorta!

I cristiani sono testimoni della risurrezione del Signore solo se tendono con l’aiuto della sua grazia, con umiltà e costanza, a condurre una vita da risorti. Ciò avviene quando non si vergognano del Vangelo, quando sperimentano la consolazione nella prova, quando trovano nella preghiera la forza di perdonare e di farsi perdonare, quando si spendono per diventare un cuor solo e un’anima sola, quando si impegnano per costruire la civiltà dell’amore e non perdono la speranza di cieli nuovi e terra nuova, allora mostrano con segni di vita nuova di credere nella risurrezione del Signore.
Non si dovrà poi mai dimenticare che la testimonianza evangelica, a cui il mondo è più sensibile, è quella dell’attenzione per le persone e soprattutto della carità verso i piccoli e gli emarginati, verso chi soffre. La gratuità di questo atteggiamento, il distacco dalla gloria mondana e dai beni materiali, l’uso delle proprie risorse a favore dei più poveri, l’impegno per la pace e la giustizia, se vissuto per amore del Signore Gesù e ordinato al bene integrale dell’uomo, costituiscono, da parte della comunità ecclesiale, altrettanti “segni di credibilità” della sua fede e fanno nascere precise domande che orientano a Cristo e al Vangelo.
Auguro che questi “imperativi pastorali” possano tradursi in scelte coraggiose e possano aiutare la nostra Parrocchia a ritrovare se stessa e a vivere con entusiasmo la propria vocazione.
Buona Pasqua!
don Antonello

 

 

 



PdJ© 2011Parrocchia Buon Pastore